lunedì 21 novembre 2011

Melonpan

Emilie Dickinson scrisse che 
non esiste un vascello veloce come un libro per portarci in terre lontane...
Ma nel 2011 esiste nave ancor più rapida che fluttua tra le onde dell'informatica: internet, che ti permette di raggiungere in un batter d'occhio l'America, piuttosto che l'Australia o ancora il Giappone. 


A proposito di tecnologia e Giappone, solcando i mari internettiani sono approdata nella terra dei samurai e mi sono imbattuta in questo panino semidolce ricoperto da un sottile biscotto.
Qual meraviglia! 
...e come un buon esploratore, riporto indietro con me questa mia piccola "scoperta",  il Melonpan... giusto appena uscito dal forno.


Melon Pain

MELONPAN
da una ricetta di Happy Home Baking
Per l'impasto:
.300 g di farina 00 W 300
.200 g di latte
.40 g di zucchero
.8 g di lievito di birra fresco
.5 g di sale
.30 g di burro
.10 g di strutto
.1 cucchiaino di miele

Per il biscotto:
.200 g di farina 00 debole
.80 g di burro morbido
.90 g di zucchero
.1 uovo
.1 tuorlo
.2 g di lievito per dolci
.scorza grattugiata di mezzo limone bio

Il giorno precedente preparate il biscotto. Montate il burro con lo zucchero e la scorza di limone, aggiungete poi l'uovo e in un secondo tempo il tuorlo. Unite alla montata la farina e il lievito setacciati insieme, amalgamando delicatamente il tutto con una spatola. 
Versate la pasta del biscotto su un grosso rettangolo di pellicola alimentare e con questa avvolgete il composto per formare un salamino. Chiudete a mo' di caramella e riponete in frigo per tutta la notte. 
Nel caso in cui preparaste il biscotto in giornata, lasciatelo riposare prima mezz'ora in freezer, poi per qualche ora in frigo.

Per l'impasto preparate un poolish con 200 g di latte a temperatura ambiente, 200 g di farina, il lievito e un cucchiaino di miele. Lasciate gonfiare fino al raddoppio, per circa 90'.
Sulla spianatoia, sistemate i restanti 100 g di farina a fontana e lo zucchero ai lati esterni di questa. Al centro versate il poolish e asciugatelo con la farina. Impastate battendo per 5', aggiungete il sale, e continuate per altri 5'. Quando la pasta inizierà a prender nervo, unite il burro. Battete per altri 10', e quando la massa sarà incordata, ripetete la stessa cosa per lo strutto. 
Sistemate la vostra palla in una ciotola unta con strutto, e lasciate lievitare a 28° fino a che triplica (circa 2 ore). 
Sgonfiate l'impasto, date un giro di pieghe del tipo 2 , fate riposare sotto una ciotola per 40'. Dopodiché porzionate in pezzi da 50 g l'uno, formate delle palline. 
Tirate fuori dal frigo la pasta biscotto, dividetela in base al numero di panini che avete ottenuto -circa 10,12 - stendetela in tanti dischetti di qualche mm di spessore. Avvolgete con il dischetto di biscotto una pallina, senza ricoprirla però completamente. Dovete lasciare 2-3 cm ,alla base del panino, senza pasta biscotto affinché dopo l'impasto possa lievitare senza essere impedito da un totale involucro di pasta biscotto. Il video mostra chiaramente quanto scritto. 
Tracciate poi con un coltello a lama liscia una griglia sulla pasta biscotto, senza incidere troppo a fondo ma neppure troppo poco, altrimenti dopo la cottura il disegno tenderà a essere ben poco visibile.
Ponete a lievitare i panini a 28° per circa 2 ore, fino al completo raddoppio.
Spennellate delicatamente la superficie con dell'acqua e cospargeteli con dello zucchero, bianco o di canna come preferite, e infornateli a 180° per 12'-15', fino a doratura  del biscotto.
Lasciateli poi raffreddare su una gratella.

Si mantengono anche il giorno successivo avvolti da pellicola alimentare, anche se appena sfornati sono qualcosa di magnifico nella loro semplicità!

Melon Pain

Condividi su Facebook, Twitter o Google Buzz:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Pubblica su Google Buzz

2 commenti:

  1. wow...che belli, non li conoscevo!

    RispondiElimina
  2. Anch'io è la prima volta che li vedo e mi ahnno conquistata :D

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...